VILLA ROMANA - HOME
VILLA ROMANA - HOME

Eventi

15.09.                     16.09.2018

SPACELESS POLYPHONIES

Noriko Baba
Tujiko Noriko
Zero Vocal Ensemble
Michele Marco Rossi
Leo Morello
Chiara Percivati
Matteo Manzitti
Simone Beneventi

Emanuele Torquati e Francesco Dillon

Noriko Baba con i musicisti

Simone Beneventi, video Pietro Puccio

Leo Morello

Simone Beneventi, Matteo Manzitti, Pietro Puccio

Zero Vocal Ensemble

Tujiko Noriko


La nona Edizione di music@villaromana, Timeless /Spaceless Polyphonies, ha per tema le polifonie mutevoli, senza tempo e senza spazio, ma ricche di assonanze e richiami a mondi solo apparentemente lontani tra loro, sia dal punto di vista stilistico che temporale.

Punto di forza del programma curato da Francesco Dillon ed Emanuele Torquati è il livello notevole degli artisti invitati e la varietà di percorsi proposti: la ricerca di itinerari musicali non settoriali che mettono in relazione profonda linguaggi solo apparentemente distanti (la musica classica contemporanea e non, l'elettronica, l'improvvisazione, l'arte figurativa, la narrazione orale) attraverso tematiche che vanno oltre le categorie e che vogliono parlare a (e contribuire a creare) un pubblico curioso e dinamico.
Nucleo fondamentale di Spaceless Polyphonies (15 - 16 settembre), sarà Occhi, un tempo mia vita, ovvero la nuova Pocket Opera della compositrice giapponese Noriko Baba, che i curatori della rassegna hanno scelto per la sua originalità nell’unire un solido discorso compositivo ad un dialogo fertile con la musica del passato. Infatti, la stessa Noriko Baba è stata invitata come Composer in Residence nei mesi precedenti al Festival, in modo tale da poter modellare la sua creazione agli spazi (interni ed esterni) del luogo.
La Pocket Opera sarà ispirata al primo libro di madrigali di Michelangelo Rossi (1601- 1656), compositore romano del periodo barocco e virtuoso del violino, le cui composizioni sono state pubblicate solamente di recente nel 2002. La caratteristica più notevole dei madrigali di Rossi è il loro audace cromatismo, certamente ispirati all'esempio di Carlo Gesualdo, e verrà rielaborato da Baba mediante un processo creativo di apertura rispetto al repertorio antico. I protagonisti della Pocket Opera saranno un Trio di valenti musicisti italiani, riuniti nel Pocket Ensemble, mentre la parte vocale del lavoro verrà affidata allo Zero Vocal Ensemble, formazione di sicura prospettiva nata sotto la guida della grande soprano Monica Bacelli.
In un'ideale prosecuzione della Polifonia di matrice orientale e giapponese, andrà in scena nel Night Concert la fascinosa vocalist e musicista elettronica Tujiko Noriko, balzata agli occhi della critica grazie all'Album My Ghost Comes Back, suggestivo esempio di elettronica glitch. Il giorno successivo avremo ospite un compositore italiano tra i più interessanti della sua generazione, il genovese Matteo Manzitti, fondatore dell'Ensemble Eutopia, con un lavoro in prima assoluta KALA – In viaggio verso il volto, dedicato al caso di Giulio Regeni, ricercatore italiano barbaramente torturato e poi ucciso nel 2016 ad Il Cairo. Un'opera quindi di denuncia e quasi politica, con il contributo video di Pietro Puccio e il compositore stesso a curare la parte elettronica, affidata alla maestria del percussionista Simone Beneventi, membro di Ensembles di punta quali MDI e Klangforum, che verrà incorniciata da un set di soli affidati ai violoncelli di Michele Marco Rossi e Leo Morello e alla virtuosa del clarinetto.
Chiara Percivati e da un set affidato alle voci di Zero Vocal e dedicato a Karlheinz Stockhausen in occasione dell'Anniversario dai 90 anni dalla nascita. Il suo ciclo Indianerlieder contribuirà a concludere idealmente il percorso delle Polifonie iniziato a giugno con il viaggio nella musica di Thomas Larcher.


Programma


15 settembre

FOCUS JAPAN

ore 20
TALK
con Noriko Baba (Composer in Residence di music@villaromana 2018) e Elena Abbado (musicologa)

ore 21
POCKET OPERA
Occhi, un tempo mia vita (prima assoluta)
Musiche di Noriko Baba

Zero Vocal Ensemble
Michele Marco Rossi, violoncello
Leo Morello, violoncello
Chiara Percivati, clarinetto

ore 22.30
NIGHT CONCERT
Tujiko Noriko, electronics


16 settembre

ore 18.30
POLIFONIE STRUMENTALI

Arturo Fuentes, Mood (2012), per violoncello amplificato
Tristan Perich, Formations (2011), per violoncello ed elettronica a 1-bit, 6 canali
Dai Fujikura, Sakana (2010), per clarinetto solo
Kenji Sakai, L’espace intérieur (2012), per due violoncelli

Michele Marco Rossi, violoncello
Leo Morello, violoncello
Chiara Percivati, clarinetto

ore 20.30
LITANY FOR GIULIO REGENI *

KALA-In Viaggio verso il volto
un rito multimediale in memoria di Giulio Regeni (prima assoluta)
Musiche di Matteo Manzitti

Introducono Valentina Calderone e Federica Graziani, Associazione A Buon Diritto

Simone Beneventi, percussioni
Matteo Manzitti, elettronica
Pietro Puccio, video

ore 21.30
POLIFONIE VOCALI

Karlheinz Stockhausen, Am Himmel wandre ich... - Indianerlieder (1972)
David Lang, I want to live (2005)

Zero Vocal Ensemble



Con il generoso supporto della

comune di firenze

* in collaborazione con

indietro