VILLA ROMANA - HOME
VILLA ROMANA - HOME

VINCITORI DEL PREMIO VILLA ROMANA 2022
HAURE MADJID, JASMINA METWALY, NEEDA SAEDI, ALEXANDER SKOROBOGATOV

Haure Madjid, Jasmina Metwaly, Neda Saeedi e Alexander Skorobogatov sono i vincitori del Premio Villa Romana 2022.
I Vincitori del Premio Villa Romana 2022 sono stati nominati da Antonia Alampi, curatrice e direttrice di Spore Initiative di Berlino e dall'artista Hiwa K.
La collaborazione tra il Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut e Villa Romana continuerà nel suo terzo anno nel 2022, con Neda Saeedi, invitata dai due istituti come International Research Fellow.
Dal 1905, ogni anno, il Premio Villa Romana è assegnato dall'associazione no-profit Villa Romana ed offre la possibilità di vivere e lavorare per dieci mesi nella Casa degli Artisti di Firenze, una borsa di studio mensile e una pubblicazione finale.


Haure Madjid, nato nel 1975 a Sulaimanya in Kurdistan, ha studiato nella sua città natale e all'Accademia di Belle Arti di Düsseldorf, dove attualmente vive. Nella sua pittura, decontestualizza l'ornamentazione araba e la figurazione occidentale ed esplora la questione di come le immagini di culture diverse prendano forma. Nel suo lavoro trasferisce le immagini della memoria in pittura. In una serie di quindici ritratti più grandi della vita, ricorda il gruppo dei suoi amici, artisti e poeti nel Kurdistan del Nord dei primi anni 1990. Haure Madjid ha esposto i suoi dipinti all'Institut du Monde Arabe di Parigi (2018), nella mostra Imago Mundi a Venezia nel 2017 e alla Cittadella di Erbil (2013), tra gli altri.

Jasmina Metwaly, nata a Varsavia nel 1982, risiede oggi a Berlino.  Ha studiato al Central Saint Martins College di Londra e ha vissuto a lungo al Cairo, finché non l'ha lasciata in seguito al fallimento della cosiddetta primavera araba. Al Cairo ha co-fondato il collettivo Mosireen e l'archivio mediatico 858.ma, mentre negli ultimi anni si è dedicata alla voce delle persone e alle loro storie inascoltate, restituendole in opere audio e video. Nel suo lavoro di ricerca esplora la questione di come le immagini sono raccolte e archiviate e come – se riattivate - possano trovare nuovi significati. Jasmina Metwaly ha partecipato a numerose mostre e proiezioni a livello internazionale e ha avuto personali presso il Kunst-Werke Berlin (2020) e all'Hammer Museum, Los Angeles (2019 /20), tra gli altri. Nel 2015 /16 è stata co-curatrice del programma Imaginary School presso lo spazio espositivo Beirut al Cairo.

Neda Saeedi, nata a Teheran nel 1987, ha studiato all'Università delle Arti di Berlino con Hito Steyerl. Attraverso una ricerca elaborata e una precisa materializzazione, investiga come le strutture di potere si riflettano, per esempio, nel design dei giardini, o di come i progetti di modernizzazione sotto lo Shah Pahlavi, negli anni 1970, abbiano cercato di allontanare le culture nomadi e di imporre monocolture. Le sculture, gli ambienti e le installazioni di Saeedi sono caratterizzati da una forte sensualità e poesia. Ha partecipato a numerose mostre internazionali, tra cui la 5° Biennale di Mardin in Turchia nel 2021, The Long Term You Cannot Afford - On Distribution of the Toxic da Savvy Contemporarya a Berlino nel 2019, e la Biennale di Lulea in Svezia nel 2018.

Alexander Skorobogatov, nato nel 1983 a Madyn, Russia, vive in Germania dagli anni 1990 e ha studiato alla Kunsthochschule Mainz, all'Università delle Arti di Berlino e al Central Saint Martins College di Londra. Nei suoi disegni, dipinti e sculture, gioca con motivi apparentemente ingenui, colori esplosivi e messe in scena fantasticamente bizzarre. Le sue opere hanno titoli ironici che si basano su pensieri filosofici. Alexander Skorobogatov lavora anche come curatore e dal 2009 ha esposto in Germania e in Europa. Nel 2021 il suo lavoro è in mostra da Sexauer Showroom a Berlino e alla Galleria Luigi Solito di Napoli.


Villa Romana di Firenze è un luogo di produzione dell’arte contemporanea e di scambio internazionale. Fin dal 1905, il suo obiettivo principale è il conferimento del Premio Villa Romana. Spesso conferito ad artisti all’inizio di una promettente carriera, il Premio Villa Romana ha contribuito a scrivere la storia dell’arte contemporanea. Con mostre, incontri con ospiti internazionali e un ampio ventaglio di iniziative, Villa Romana porta avanti un fitto dialogo con gli artisti e il pubblico, situandosi in un contesto artistico internazionale e promuovendo la comunicazione con le culture del Mediterraneo.

In collaborazione con