VILLA ROMANA - HOME
VILLA ROMANA - HOME

Mostre

22.05.                     30.05.2014

Giovanni Cioni

La rumeur du monde

vedute dell'installazione


En vie et ou ça, 28 novembre, treno Foligno-Firenze


"In tutti i film ci sono i film che non abbiamo fatto. Poi c'è la vita. Essere in vita, dove.  C'è il mondo, i luoghi del mondo nei quali ho vissuto o che ho percorso, le persone che ho incontrato, con cui ho vissuto, che compongono il film della mia vita.  Non perché la mia vita sia un film (e comunque non saprei quale titolo dargli, ad un ipotetico film della mia vita, e magari ne farei una commedia musicale) – ma perché mi rendo conto che fare cinema è un mio tentativo di vivere il mondo, di raggiungerlo...  di andare dentro La rumeur du monde." (Giovanni Cioni)

Per la prima volta Villa Romana ospiterà una mostra-installazione che riunirà i lungometraggi – premiati in festival internazionali – e i cosiddetti film muti da ascoltare  di Giovanni Cioni.  La serie evidenzia la linea di ricerca e le risorse che danno struttura alle topografie filmiche, fanno approdare i personaggi alla narrazione e rendono visibile un reale nascosto.

Nato a Parigi, Giovanni Cioni ha vissuto a lungo a Bruxelles e da una decina d'anni abita nel Mugello, vicino a Firenze. I suoi film costituiscono uno straordinario cinema del reale, dando voce a storie di vita che a loro volta creano uno spazio imprevedibile. Il regista genera così visioni di una realtà che solo il film rende tale e insieme trasforma.


La rumeur du monde è aperto ogni giorno dalle ore 14 ed è accompagnato da letture e incontri. Alle 21.30, nel giardino di Villa Romana, saranno proiettati i lungometraggi fra cui, in anteprima per Firenze, Gli Intrepidi (2012) e Nous Autres (2003). Giovanni Cioni sarà presente per tutta la durata dell'evento.


Programma


Giovedì, 22 maggio

ore 20

Lettura
Silvia Guasti

ore 21
Buffet

ore 21
Nous Autres (2003), it., 72''

scritto con Nedjma Hadj
produzione Qwazi qWazi filM, Iota Productions, Dito'Dito (Bruxelles)
distribuzione cinema in Belgio: CINELIBRE (dicembre 03)
Festival: Festival International Film Francophone, Namur, competizione internazionale, Festival Internazionale del Documentario di Bilbao, competizione internazionale, Visions du Reel, Nyon, competizione internazionale, Rencontre de Douarnenez, Barcelona


Venerdì, 23 maggio

ore 21

In Purgatorio (2009), it., 69''
produzione Teatri Uniti (Napoli) Zeugma Films (Parigi) Qwazi qWazi filM (Bruxelles)
Premio del pubblico 50 Festival dei Popoli, Firenze, novembre 2020, Premio Patrimoine de l'Immatériel, Cinéma du Réel, Parigi, aprile 2010, Premio FEMIS TITRA a Terra di Cinema, Tremblay, aprile 2010, Menzione speciale Premio Casa Rossa, Bellaria Film Festival, giugno 2010, in concorso al Salina Doc Festival, settembre 2010, in concorso ai DOC IT Professional award, menzione speciale Memoria Visioni Fuori raccordo film festival, Roma, novembre 2010, Filmer à Tout Prix, Bruxelles, 2011


Sabato, 24 maggio

ore 21.30

Gli Intrepidi (2012), it., engl. sub., 90''
produzione Quarto Film (Milano) con RAI3 FUORIORARIO, RAI CINEMA e TOSCANA FILM COMMISSION
anteprima a Cinema Corsaro, Giornate degli Autori, Mostra di Venezia, settembre 2012, Filmmaker Festival, Milano, dicembre 2012


Lunedì, 26 maggio

ore 21.30

Per Ulisse (2013), it, fr. sub., 90''
produzione Teatri Uniti (Napoli), Zeugma film (Parigi) con il sostegno del Fondo cinema della Regione toscana, del Centre national de la cinématographie (Paris), della Bourse Brouillons d'un reve de la SCAM (Paris), de DOC OUTLOOK – Visions du Réel
Premio del concorso internazionale e premio CGHomevideo-cinemaitaliano al Festival dei Popoli, Firenze, dicembre 2013, menzione speciale festival Cinema e diritti umani, dicembre 2013, Napoli, Miglior Film al Documentiamoci film festival, Ceccano, gennaio 2014, in competizione internazionale a Visions du Réel, Nyon, aprile 2013, estival des cinémas des peuples Anuu-ruaboro, Nuova Caledonia, novembre 2013, Etats généraux du cinéma documentaire, Lussas, Terra di Cinema, Tremblay, Paris, mars 2014


Martedì, 27 maggio

ore 19
Un atlante per Ulisse
Conversazione con Silvio Grasselli (critico /cinematografico),

ore 21.30
Nous Autres


Mercoledì, 28 maggio

ore 21.30

In Purgatorio


Giovedì, 29 maggio

ore 19

Conversazione con Paolo Russo (redattore La Repubblica)

ore 21.30
Gli Intrepidi


Venerdì, 30 maggio

ore 21.30
Per Ulisse



In mostra: l'installazione LA RUMEUR DU MONDE.
Sono  film muti da ascoltare, alcuni in super 8, altri in 16 mm, fatti tra le strade di Bombay, Lisbona e Bruxelles negli anni 80 e 90, passaggi di un film-sopralluogo a Lisbona, una visione immobile di Napoli, scene di un film nella metropolitana di Parigi. Come in un trittico rilavorato per l'occasione, sono proiettati in simultanea su tre pareti della sala, a creare fuoricampi e corrispondenze segrete e inattese.


Rumeur du monde#1
Un film muto da ascoltare, girato tra Bombay e le dune della costa belga negli anni 90. Fino alla fine, poi si ricomincia. Fino alla fine di un rullo super 8, tre minuti di un traveling in taxi-scooter a Bombay. Fino alla fine, un uomo si sveglia su una spiaggia, in un film muto, come se tutto dovesse cominciare.
 
Rumeur du monde#2
Un uomo cammina senza fine sulle rotaie. Il mondo. Con Barbara Manzetti e Christian Olivier. La Menagerie de Verre (Parigi), la Balsamine (Bruxelles), L'Usine (Geneve), Rencontres Internationales Paris Berlin 2001, Situaciones 2001, Cuenca.

Prima di Napoli
Girato il 7 dicembre 2009 per il progetto NAPOLI24, ispirato al sogno di un amico napoletano. Una visione immobile e vertiginosa del tempo, 24 ore di una città.
Produzione Teatri Uniti (Napoli).

Témoins Lisbonne#1 (L'invisible)
Il sopralluogo di un film di cui non conoscevo ancora la storia, solo il fatto di essere in questa città, Lisbona, e che stavo per essere padre. Forse che il film è solo quel che rimane – del fatto di essere a Lisbona nell'agosto del 2000. Frammenti di storie, come delle voci che attraversano la folla dei passeggeri. Dei messaggi in una bottiglia.  L'invisibile - sarebbe un ragazzo scomparso, sarebbe l'assassino dei treni la cui fuga finì in questa stazione del Rossio, sarebbe colui che filma, in questa stazione.

Témoins Lisbonne#2
Film con Barbara Manzetti, Sofie Kokaj, David Nunez, Marion Gizard, Marta Wengorovius, produzione Qwazi qWazi filM e Ou Nul Cinema, con il sostegno di RE.AL (Lisbona).

Sans fin Tyresias
Tre momenti di un lavoro inedito, girato nel métro di Parigi con Barbara Manzetti e Morad Ammar,  rielaborati per l'occasione a formare un trittico. Tre tentativi di essere al mondo.

Relatos breves #3
Pezzo per ensemble di sei strumenti di Juan Carlos Tolosa.


www.giovannicioni.org

L'ingresso alla mostra, alle proiezioni e agli incontri è libero.

indietro