VILLA ROMANA - HOME
VILLA ROMANA - HOME

Mostre

05.05.                     30.05.2008

Rosa Barba

   

rosa barba 1
rosa barba 2

Vedute della mostra

Western Round Table

Western Round Table (2007). 2 films, 16mm, optical sound, 2007

rosa barba 3

Nelle sue installazioni cinematografiche, Rosa Barba, che è nata ad Agrigento nel 1972, analizza e sposta i diversi piani mediali del cinema: immagine, suono, testo e proiezione. In particolare l’artista sfrutta la peculiarità del cinema di essere fondato sul tempo, per mantenere ciò che ha filmato tra il documento e la finzione. Oggetto delle sue riprese sono spesso luoghi e spazi, in un’ambivalenza tra sito archeologico e scenario futurista. Eventi e architetture sociali vengono costruiti in modo fittizio, schiudendosi così a nuove opportunità e aspettative.

A Villa Romana l’artista presenta i suoi nuovi lavori, realizzati in seguito a un soggiorno nel deserto Mojave nella California nord-occidentale. Durante la seconda guerra mondiale la zona era stata utilizzata come campo di prova militare e ancora oggi vi vengono eseguiti i test più disparati sulle armi (dalla bomba atomica ai mezzi ad alta velocità). Città fantasma, bunker, il più grande cimitero degli aerei a livello mondiale, discariche di rottami di metallo, rimesse di roulotte e giganteschi impianti di energia solare hanno trasformato questo deserto in una specie di set cinematografico. Nelle sue pellicole 16 e 35mm Rosa Barba isola inquadrature di istallazioni high-tech trasformandole quasi in illusioni cultuali di un fondamentalismo tecnologico e religioso e commentandole con giudizi degli abitanti del luogo.

Rosa Barba, che ora vive ad Amsterdam e a Colonia, nei mesi scorsi è stata ospite dello IASPIS / International Artists’ Studio Program in Stockholm; sempre quest’anno prenderà parte anche a „Italics“, la mostra a cura di Francesco Bonami in programma a Palazzo Grassi nel prossimo autunno. Nonostante negli anni passati abbia partecipato sia a numerose rassegne internazionali (come, per esempio, quelle tenute al DIA Art Foundation, New York; allo Stedelijk Museum Bureau, Amsterdam; al Baltic Art Center, Visby, in Svezia; alla Transmission Gallery, Glasgow; all’Argos, Bruxelles; alla Kunsthalle di Düsseldorf; o la 1st Thessaloniki Biennale of Contemporary Art, Grecia) che a festival cinematografici mondiali (tra l’altro a Toronto, Montreal, Rotterdam, Oberhausen, Seoul, Lione, Madrid), la presentazione a Villa Romana è la sua prima personale in Italia.

indietro